Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di matutteame
  • Blog di matutteame
  • : Makeup Artist di professione, Blogger per passione. Le recensioni sono il mio quotidiano, la comicità pure .
  • Contatti

Profilo

  • matutteame
  • Truccatrice di Professione da decenni. Blogger per passione. 
Mi piace condividere le mie opinioni di cosmetici, makeup e libri per un acquisto consapevole. 
Ah si... sono una pasticciona tremenda
  • Truccatrice di Professione da decenni. Blogger per passione. Mi piace condividere le mie opinioni di cosmetici, makeup e libri per un acquisto consapevole. Ah si... sono una pasticciona tremenda
30 agosto 2011 2 30 /08 /agosto /2011 15:55

Le parole possono mentire, il corpo no. Ecco come scoprire con uno sguardo che cosa provano o pensano davvero gli altri di noi, al di là di quello che apparentemente mostrano o dicono.

Mail, chat, teleconferenze, ormai la comunicazione globale, attraverso telefoni cellulari, internet e social network, è di uso quotidiano. Eppure, si conosce ancora pochissimo la più antica forma di comunicazione, quella del corpo. Si presta attenzione al significato delle parole, e molta meno a quella dei gesti, della postura e della mimica facciale. In realtà il corpo parla, e non mente mai. Basta osservare il nostro interlocutore mentre conversa, si riceveranno molte più informazioni di quante passino attraverso la sua comunicazione verbale. La miglior chiave di interpretazione è il sorriso: quando si vuole mascherare qualcosa, si ricorre al finto sorriso, dal quale l’interlocutore si fa facilmente ingannare, perché è difficile distinguerlo da quello sincero. In realtà, è sufficiente guardare gli occhi. Il sorriso autentico coinvolge, oltre ai muscoli della bocca, anche quelli degli occhi. Una garanzia di sincerità possono essere, ad esempio, zampe di gallina ai lati degli occhi e un lieve abbassamento delle sopracciglia. E’ utile prestare attenzione anche alla durata, in quanto il sorriso – maschera appare e scompare in modo molto improvviso. Capire se qualcuno mente dipende da quanto è emozionato, se la persona è tranquilla e disinteressata si controlla di più, mentre al contrario, gli scapperanno segnali rivelatori, come alterazione del tono della voce e impossibilità a tenere mani e piedi fermi. È utile sapere che le bugie sono spesso accompagnate da variazioni di tono della voce e ritmo della parola. Se chi parla maschera un sentimento di disprezzo, la sua voce diventerà metallica, secca, e tenderà a mangiare le parole. Se invece prova un sentimento di delusione ma non vuole farlo capire, il timbro di voce si abbassa e le parole sono scandite più lentamente. Se si pensa che qualcuno stia mentendo, sarà sufficiente osservargli i piedi e le gambe. Infatti, chi prova senso di colpa, tende a orientare le estremità verso porte e finestre, considerate vie di fuga. Ulteriore prova, è il movimento incessante dei piedi, chiaro segnale del desiderio di fuggire. Per capire se una persona mente, è sufficiente prestare attenzione a involontari segni rivelatori. Voce, mani e piedi sono l’equivalente del naso di Pinocchio.

Pinocchio by Enrico Mazzanti (1852-1910) - the first illustrator (1883
Repost 0